Hoffmann Group Home
  • 500.000 articoli a magazzino
  • Spedizione entro 48 h
  • Qualità di spedizione certificata TÜV
  • Menu

Il futuro diventa tridimesionale

800x800_Technikum.jpg

Il System Partner per la produzione additiva

Hoffmann Group vede nella produzione additiva un enorme potenziale. L’azienda dispone anche di un proprio centro di eccellenza per la stampa 3D, in cui vengono analizzate le possibilità di sviluppo di questa tecnologia innovativa.

In Hoffmann, un paio di anni fa, la stampa 3D era ancora agli inizi. I ricercatori hanno condotto una serie di eccezionali esperimenti ottenendo un numero di prototipi a malapena realizzabili. L’industria, tuttavia, non aveva ancora scoperto questa incredibile tecnica di produzione additiva. Oggi lo scenario è completamente diverso. Settori come l’industria automobilistica, aerospaziale e siderurgica stanno puntando alla stampa 3D.

Anche Hoffmann Group è molto sensibile a questo metodo di produzione innovativo. Nel giro di poco tempo Hoffmann Group fondò un proprio centro di eccellenza per la stampa 3D presso la sede di Monaco di Baviera, dotandolo delle tre principali tecnologie del momento. In questo centro, un team di specialisti sta lavorando intensamente per analizzare in maniera sistematica tutte le potenzialità della stampa 3D. Questo ci permette di applicare tale tecnologia ai nostri prodotti e servizi. In qualità di system partner affidabile, Hoffmann Group condivide come sempre le proprie conoscenze ed esperienze con i propri clienti. In questo modo è in grado di garantire, anche in futuro, i migliori prodotti e servizi innovativi.

La produzione additiva

800x800_History.jpg

Stampa 3D: una storia di successi

La produzione additiva, detta anche stampa 3D, è una tecnica ormai evoluta che ben presto rivoluzionerà il metodo di produzione in numerosi settori industriali.
 
La maggior parte dei ricercatori è d’accordo nell’affermare che la progressiva diffusione della tecnica di stampa 3D porterà grandi cambiamenti dal punto di vista economico. La rapida realizzazione di prototipi e modelli consente di implementare nuovi prodotti in maniera molto più immediata rispetto a quanto si è riusciti a fare finora.
Le varie tecniche di stampa 3D trovano attualmente largo impiego in diversi settori. Nell’architettura e nell’arte, la stampa 3D viene usata per produrre modelli e prototipi; anche nell’industria viene impiegata per scopi simili, ad esempio per realizzare pezzi singoli nella costruzione di macchine e automobili.
1146x330_Vorteile.jpg

Vantaggi straordinari grazie alla stampa 3D.

Dietro la produzione additiva si nasconde per molti un enorme potenziale rivoluzionario; tuttavia, nemmeno questa tecnica potrà sostituire completamente i metodi di produzione tradizionali.

I vantaggi della stampa 3D sono tanto sorprendenti quanto molteplici: essa infatti consente di realizzare geometrie complesse e strutture interne, ma anche di personalizzare singoli prodotti di una serie. È inoltre possibile produrre in maniera additiva componenti in materiali costosi e difficilmente truciolabili, come ad esempio leghe a base di nichel o titanio. La stampa 3D comporta infine un notevole risparmio in termini di peso e materiale, particolarmente vantaggioso per le corse sportive e l’industria aerospaziale.
 
La produzione additiva non è pensata solo ai componenti ottimizzati per la stampa 3D, ma viene utilizzata anche per i pezzi che non riescono a essere prodotti in tempi abbastanza rapidi con i metodi di produzione tradizionali. Uno dei maggiori fattori di costo della produzione additiva è la post-lavorazione dei componenti. In questo frangente sono richiesti i metodi di produzione tradizionali, e la post-lavorazione manuale svolge un ruolo particolarmente importante. La post-lavorazione meccanica dei componenti prodotti in maniera additiva pone nuove sfide dal punto di vista della resistenza all’usura e della formazione del truciolo.
 
Una cosa è certa: la produzione additiva andrà a integrare in maniera sistematica i metodi di produzione tradizionali, ma non potrà sostituirsi ad essi in un prossimo futuro. Hoffmann Group assiste i propri clienti sia nella post-lavorazione dei componenti prodotti in maniera additiva, soprattutto nella produzione tradizionale, che nelle singole fasi del processo offrendo la massima competenza nella consulenza e prodotti della migliore qualità.
800x800_Verfahren.jpg

La tecnica additiva più adatta alle vostre esigenze.

La produzione additiva è una tecnica che prevede la costruzione di oggetti strato dopo strato e che consente di creare oggetti tridimensionali che non potrebbero essere realizzati con le tecniche tradizionali per via della loro geometria complessa. Una volta terminato il processo di costruzione, i componenti devono essere separati dalla piattaforma di costruzione e rifiniti. I materiali utilizzati per i componenti “stampati” sono ad esempio le polveri di metallo o materie plastiche, i polimeri liquidi o i materiali termoplastici solidi.
 
1. Fused Deposition Modelling FDM
Il materiale solido, denominato filamento, viene fuso e depositato strato su strato sul piatto di stampa per ricreare il componente delle dimensioni e forme desiderate.
2. Multi Jet Printing MJP
Il materiale di base liquido viene depositato strato su strato in modo mirato e indurito mediante raggi UV. Questa tecnica permette di scegliere tra una vasta gamma di colori e durezze Shore disponibili, garantendo una rappresentazione fotorealistica del prodotto.
3. Selective Laser Melting SLM
Come materiale viene usata la polvere di metallo, che viene distribuita strato dopo strato su una piattaforma di costruzione. Ogni strato di polvere viene saldato alla superficie predefinita dal software, fino a ottenere il componente desiderato.

Il System Partner per la produzione additiva

Presso il nostro centro di eccellenza per la stampa 3D di Monaco di Baviera, dotanto delle tre principali tecnologie del momento, un team di specialisti sta lavorando intensamente per analizzare in maniera sistematica tutte le potenzialità della stampa 3D. Questo ci permette di applicare tale tecnologia ai nostri prodotti e servizi e così potremo garantire, anche in futuro, i migliori prodotti e servizi innovativi ai nostri clienti.

MJP (Multi Jet Printing)

SLM (Selective Lasermelting)

L'esperienza del cliente

800x800_Kundenstory.jpg

Più veloce. Più facile. Più efficiente.

La stampa 3D è un settore fondamentale per Apworks, filiale della Premium Aerotec spa. La produzione additiva consente di realizzare geometrie notevolmente più complesse non solo nell'aeronautica, ottenendo allo stesso tempo un elevato risparmio di peso. 

APWORKS ha sviluppato un proprio tipo di materiale: Scalmalloy®, una polvere di alluminio ad alte prestazioni specificamente concepita per la produzione additiva. Joachim Zettler, amministratore delegato di APWORKS GmbH, afferma: “Combinando i vantaggi della stampa 3D metallica con nuovi tipi di materiale, è possibile ottenere risultati mai visti nella produzione di componenti”.
Ciononostante, in tutte le tecniche additive è prevista anche una fase di post-lavorazione. A tale scopo, APWORKS si affida agli utensili e agli arredamenti industriali di Hoffmann Group, con cui collabora da molti anni. Joachim Zettler afferma a riguardo: “Per noi Hoffmann Group è un partner sicuro e affidabile. Siamo molto lieti di condividere con quest’azienda lo spirito pionieristico verso una tecnologia innovativa”. 

In futuro la produzione additiva dovrà essere ulteriormente perfezionata. Da un lato, perché le macchine verranno ancora più automatizzate e digitalizzate; dall’altro, perché impianti ancora più efficienti e produttivi possano permettere la realizzazione di produzioni in serie su più larga scala.

Utensili di qualità per la produzione additiva

1146x330_Kette.jpg

1. Preparazione/allestimento

La macchina viene preparata per il processo di stampa. A tal fine è necessario indossare i relativi dispositivi di protezione individuale (DPI) e, inoltre, sono necessari diversi utensili manuali.

2. Processo di produzione e disimballaggio

Durante il processo di produzione i componenti sono disposti a strati nella macchina. In seguito, le parti o la piattaforma vengono disimballate e tolte dalla macchina; anche in questo caso, i DPI sono di vitale importanza.

3. Separazione/distacco di pannelli da costruzione

Per separare/rilasciare i componenti dalla piattaforma di costruzione vengono utilizzati diversi metodi e utensili. Si va dal martello e scalpello, alla spatola o al coltello, fino ai processi automatizzati come una sega a nastro o una troncatrice.

Post-lavorazione

La post-lavorazione può ricoprire dal 20% al 70% dell'intero processo. Si suddivide in manuale e meccanica.

4. Post-lavorazione manuale. Il primo passo è quello di rimuovere la struttura portante dal componente per ottenere la finitura superficiale desiderata con le successive fasi di lavorazione. Per ottenere una finitura lucida possono essere utilizzati diversi utensili di rettifica e per lucidatura.

5. Post-lavorazione meccanica. La lavorazione meccanica entra in gioco per aumentare il grado di automazione nella post-elaborazione. Nel modello CAD è previsto un margine di tolleranza per la finitura di superfici a forma libera con l'innovativa fresatura PPC. Tuttavia, vengono utilizzate anche procedure più convenzionali come la foratura, la fresatura di superfici, la post-lavorazione di fori, ecc.

6. Assicurazione di qualità

Per garantire la dimensione dei componenti, vengono utilizzati strumenti di misura tradizionali, come pinze e calibri vari. Nella produzione additiva, in particolare, viene utilizzata una lente con scala graduata, ad esempio per controllare lo spessore dello strato nel processo FDM.

Manutenzione / arredamento industriale

Un corretto equipaggiamento di protezione personale è importante durante i lavori di manutenzione, in quanto vengono manipolate sostanze altamente infiammabili ed è fondamentale occuparsi della protezione delle persone. Hoffmann Group può aiutarvi a soddisfare pienamente questo requisito con la sua gamma di DPI. Inoltre, anche le postazioni di lavoro e le attrezzature di stoccaggio sono rilevanti in molte fasi del processo, ad esempio per lo stoccaggio standardizzato e pulito degli strumenti necessari per la post-elaborazione e per l'allestimento.